top of page

Da quando ci siamo convertiti in immagini di passaggio?

Da quando ci siamo convertiti in immagini di passaggio?

La breve voce cala,

Senza parole si espressa,

Rivestita è ora da difesa

Svelta non torna la riserva.


Vero può che sia l'ascolto,

esposto da solo nell'aria sfumata,

dove suono senza stupore scatta

la storia che da sola verrà proclamata.

Incerto passa lo sguardo,

solista da poco rivelato,

che dallo stacco verrà turbato

e da una vetrina contemplato.

Oltre al vetro si confessa

la sola immagine di passaggio

che in segreto vigoroso

macchina il suo viaggio.



Natalia Melo, Terza Liceo, 2020

0 comentarios

Commentaires


bottom of page